Transito della Stazione Spaziale Internazionale - 2 giugno 2015

Giugno 3, 2015 on 10:29 pm | In Personali, Astronautica | No Comments

Mentre Samantha Cristoforetti continua la sua missione la salutiamo da terra.

iss_nuvola.jpg

Spunta la stazione spaziale nel cielo ancora azzurro. 3 secondi di ripresa.

iss_alta.jpg

La Stazione spaziale attraversa il cielo. (8 secondi di ripresa)


Voci dalla ISS… a Mola di Bari

Dicembre 13, 2008 on 10:40 pm | In Astronautica, Angolo di IK5PWB | No Comments

Ieri, 12 dicembre, all’ora che indica l’orologio mostrato durante il filmato, il radioamatore IK5PWB, a Livorno, ha intercettato le voci degli astronauti della ISS che rispondevano alle domande degli studenti del II Circolo Didattico di Mola diBari. Gli studenti, istruiti dall’esperto di Radioastronomia Michele Mallardi, hanno posto domande all’astronauta Mike Fiche, al comando della Stazione Spaziale Internazionale.

 

 

è riprodotto qui a fianco

Un precedente collegamento (solo audio).

  


21 luglio 1969… io ricordo….

Luglio 21, 2008 on 2:45 pm | In Astronautica | No Comments

39 anni fa, la lunga notte di attesa e verso le prime ore del mattino lo stupore per l’evento che piu’ di ogni altro ha caratterizzato in positivo il ventesimo secolo: lo sbarco sulla luna.

3di-apollo11.jpg

Ecco i 3 astronauti nella fotografia ufficiale. Su una parete del salotto avevamo appeso una carta geografica della Luna su cui mettevamo le bandierine  nei luoghi degli allunaggi. Peccato che in seguito gli sforzi economici siano stati dirottati in settori molto più terrestri. Penso che il destino dell’umanità sia di andare nello spazio, sempre più avanti … là dove nessuno è mai stato prima.

In questo sito della NASA tutto sulla missione Apollo 11.


Una zampa (o un piede) su Marte

Maggio 26, 2008 on 9:31 am | In Attualità, Astronomia, Astronautica | No Comments

la sonda Phoenix su Marte

Questa immagine mostra il piede della sonda Phoenix sul “terreno” marziano. La sonda si è posata  sul suolo di Marte dopo un viaggio nello spazio di 680 milioni di chilometri cominciato con il lancio da Cape Canaveral nell’agosto 2007.   
E’ la prima sonda spaziale a posarsi sulla regione artica del pianeta rosso per sondarne il permafrost, lo strato di terreno perennemente ghiacciato che si trova anche nelle regioni nordiche terrestri. La speranza degli scienziati è che possa essere rilevato del ghiaccio, da cui deriverebbe la possibilità di rintracciare forme di vita.

 

il deserto marziano

 

Le immagini sono tratte dal sito dell’ESA (Agenzia spaziale europea)

PERCHE’ PHOENIX?
La   sonda Phoenix deve il proprio nome al fatto di essere rinata, come la mitologica fenice, dalle ceneri di una missione cancellata dalla Nasa dopo il fallimento nel 1999 di Polar Lander, una sonda scesa al polo sud di Marte e subito andata perduta.  

Fenice è  il mitico uccello che rinasce dalle proprie ceneri. La mitologia che la riguarda è sconfinata e merita un approfondimento (voce di Wikipedia)
Un articolo che la riguarda su Astrocultura UAI


47 anni fa il primo volo umano nello spazio

Aprile 12, 2008 on 2:49 pm | In Personali, Astronautica | No Comments

yurigagarin.jpg47 anni sono passati da quel giorno in cui il mondo seppe che era possibile “lasciare la Terra e andare nello spazio”. Yuri Gagarin, chiuso nella sua capsula, vide per primo la Terra dall’alto .
Questa è la trascrizione di parte delle comunicazioni intercorse tra Yuri Gagarin e Sergueï Pavlovitch Korolev:
- Vedo dei fiumi…si distinguono bene le pieghe del terreno.
- Tutto è perfettamente visibile nel mio visore, proseguo il volo.
- Il sovraccarico e le vibrazioni aumentano un po’. Sopporto tutto bene.
- Io sto bene, il morale è buono.
- Osservo la terra dall’oblò del visore. Distinguo le formazioni locali, la neve, una foresta. Tutto va bene.
- Osservo nuvole sopra la terra, piccoli cumuli e la loro ombra
- Com’è bello!
…….
- Ho aperto l’oblò del visore. Vedo l’orizzonte della terra. Fluttua… Ma le stelle non sono visibili, nel cielo, si vede la superficie terrestre dall’oblò. Il cielo è nero. Una bella aureola azzurra si fa più scura allontanandosi dalla terra.
……
- sono uscito dall’ombra della Terra. Dall’oblò vedo apparire il Sole. Il sistema di orientamento solare è entrato in azione …

Fu un volo breve ma rimane come fondamentale “strappo” dal nostro pianeta.

Questa la cronaca terrestre degli avvenimenti:1961: ” E’ avvenuto oggi 12 aprile il primo volo nello spazio di una astronave con un uomo a bordo”; questa la comunicazione elettrizzante che viene diramata dalla T.A.S.S., l’agenzia di stampa sovietica alle ore 8 (corrispondenti a alle 10 , ora italiana)1961: ” E’ avvenuto oggi 12 aprile il primo volo nello spazio di una astronave con un uomo a bordo”; questa la comunicazione elettrizzante che viene diramata dalla T.A.S.S., l’agenzia di stampa sovietica alle ore 8 (corrispondenti a alle 10 , ora italiana)Alle 8,15 Radio Mosca dà notizie più dettagliate: “La prima astronave del mondo con un uomo a bordo è la Vostok (Oriente), lanciata il 12 aprile dall’Unione Sovietica ed inserita in un orbita circumterrestre. Il primo cosmonauta è il maggiore Yuri Gagarin. Radio contatti bilaterali sono stati stabiliti e mantenuti con Gagarin. Il veicolo spaziale, esclusa l’ultima parte del razzo vettore, pesa 4725 kg”

1961: ” E’ avvenuto oggi 12 aprile il primo volo nello spazio di una astronave con un uomo a bordo”; questa la comunicazione elettrizzante che viene diramata dalla T.A.S.S., l’agenzia di stampa sovietica alle ore 8 (corrispondenti a alle 10 , ora italiana)Alle 8,15 Radio Mosca dà notizie più dettagliate: “La prima astronave del mondo con un uomo a bordo è la Vostok (Oriente), lanciata il 12 aprile dall’Unione Sovietica ed inserita in un orbita circumterrestre. Il primo cosmonauta è il maggiore Yuri Gagarin. Radio contatti bilaterali sono stati stabiliti e mantenuti con Gagarin. Il veicolo spaziale, esclusa l’ultima parte del razzo vettore, pesa 4725 kg”Alle 8,55: ‘’L'astronave Vostok ha compiuto il primo giro attorno alla Terra in 89′ e 6′’. Il compagno Yuri Gagarin in questo momento si trova al di sopra dell’America del Sud e ci comunica: ‘’Sto bene. Le condizioni nella cabina spaziale sono normali. Sto sopportando senza conseguenze l’assenza di peso'’.
Alle 9,07 un’altra comunicazione rassicura sulle condizioni di Gagarin..
Alle 9,17 Radio Mosca comunica: Si sta iniziando la manovra per riportare sulla Terra l’astronave Vostok. E’ cominciata la fase di discesa. E’ stato azionato uno speciale dispositivo di frenaggio e la nave cosmica comincia a discendere per atterrare in un’area prestabilita dell’Unione Sovietica.
Si invitano i cittadini a ad accendere i televisori a mezzogiorno, quando Gagarin apparirà sugli schermi.
Alle 10,14 la T.A.S.S. annuncia: Il Maggiore Yuri Gagarin è atterrato in buone condizioni”.
Alle 11,30, ecco la trasmissione conclusiva: un comunicato riassuntivo precisa che l’atterraggio è avvenuto alle 10,55 di Mosca; “Yuri Gagarin gode ottima salute e non ha accusato alcun disturbo in volo e subito dopo il volo.”

Yuri Gagarin morì prematuramente il 27 marzo 1968, in un incidente aereo. Non vide lo sbarco sulla Luna.

 


Pagina successiva »